TEATRO

Dal 2012, le ospiti della Comunità di Vita partecipano a un laboratorio teatrale sviluppato attorno all’idea dell’ascolto: il tema dell’ascolto ha permesso di scavare in profondità nelle vite reali delle attrici, di scoprire e di condividere le gioie, i dolori, le ansie, i desideri di ciascuna.

È un velo sottile che divide la realtà dai mondi immaginari fatti di desideri, amori, sogni che dentro scorrono lentissimi. Anche se “immaginari”, questi vissuti sono veri e autentici perché parti integranti della persona umana.

PERCHE’ IL TEATRO

Il teatro è un mezzo di comunicazione privilegiato che permette di relazionare utilizzando il corpo, alcuni oggetti, dei semplici suoni che nella quotidianità non avrebbero alcun significato. È attraverso l’ascolto e l’attenzione alle piccole cose che si arriva a capire che cosa la persona vuole comunicare di sé.

Il tentativo è quello di rendere esplicito il senso di solitudine delle donne, che spesso la società finge di non vedere, ma anche il loro forte potenziale umano e spirituale, che spesso la società non è in grado di decodificare.