Comunità di vita

La Comunità di vita vuole essere uno spazio di tregua per restituire alla persona libertà e giustizia alla luce dei valori della solidarietà, dalla pace e della tutela dei diritti umani. Durante il periodo di permanenza le donne accompagnate dagli educatori possono ripensare alla propria vita e riprogettare il futuro.

L’obiettivo generale del servizio è quello di offrire alle donne, che per vari motivi si trovano in stato di grave disagio e indigenza, un luogo accogliente e sicuro dove possono trovare tempo e mezzi per riconquistare la libertà e la dignità. L’intervento degli operatori è finalizzato a sollecitare le potenzialità individuali in modo da attivare le risorse personali.

Possono accedere al servizio tutte le donne che desiderano intraprendere un percorso personale accompagnate dalla progettualità condivisa tra la comunità, l’ospite e i servizi competenti sul territorio.

Vi operano una decina di volontari che collaborano con responsabilità sia negli aspetti pratici sia negli aspetti organizzativi.

Il progetto è realizzato anche con il contributo dei Fondi 8xmille.

Iscritta alla seconda sezione del Registro delle Associazioni e degli Enti che svolgono attività a favore degli immigrati ai sensi dell’art. 54 del PDR 31 agosto 1999 n. 394 modificato dal DPR 18 ottobre 2004 n. 334, con il numero di iscrizione C/181/2009/BS.